Primi freddi e ipertensione. Come ridurre il rischio cardiovascolare

primi freddi e ipertensione come ridurre il rischio cardiovascolare
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Con l’abbassamento della temperatura esterna e l’arrivo dell’autunno, cresce il rischio di crisi ipertensive e di problemi legati alla pressione alta. La pressione è influenzata dalle variazioni della temperatura tanto degli ambienti esterni quanto di quelli interni. Per questo motivo è importante, soprattutto per chi già soffre di ipertensione, prestare particolare attenzione in questo periodo dell’anno, misurando la pressione frequentemente e allertando il medico se ci sono delle variazioni notevoli.
Proprio per questo, il cambio di stagione potrebbe essere il periodo perfetto per intraprendere un percorso di prevenzione che può portare con il tempo a ridurre la pressione del sangue e i rischi cardiovascolari ad essa connessi.

Leggi anche:
L'ipertensione arteriosa è un disturbo della pressione del sangue: una condizione molto diffusa che può essere controllata con stili di vita equilibrati.

Perché la pressione si alza quando fa freddo?

Il motivo per cui la pressione del sangue aumenta con l’abbassarsi della temperatura dipende da un meccanismo di sopravvivenza, comune a tutti i mammiferi, che consente al corpo di conservare il calore preservando il funzionamento degli organi. Per poter mantenere la temperatura corporea costante, le arterie si restringono e, di conseguenza, aumenta la pressione interna … e con essa anche il rischio di infarto e di arresto cardiaco.

Diversi studi hanno confermato questa correlazione tra l’esposizione a basse temperature e l’aumento della pressione arteriosa, evidenziando che la fase critica è rappresentata proprio dai periodi di transizione. In generale gli sbalzi di temperatura possono costituire un serio rischio per la salute per chi soffre di ipertensione. Questo rischio aumenta con l’età poiché il corpo è più lento nell’adattarsi ai cambiamenti esterni.

Ipertensione e consigli per affrontare l’Autunno

In questo periodo dell’anno è indispensabile prestare maggiore attenzione al controllo della pressione, monitorandola costantemente, anche perché il freddo non è l’unico fattore che rende più vulnerabili alle crisi ipertensive. Con l’arrivo dell’autunno, infatti, si va incontro anche ad una serie di cambiamenti dello stile di vita che possono influire negativamente sulla pressione arteriosa.
Innanzitutto cambia l’alimentazione, si tende a mangiare di più e aumentano nella nostra dieta i cibi più grassi, mentre diminuiscono frutta e verdura. Inoltre, si tende a trascorre più tempo in casa e a ridurre l’attività fisica. Questo si accompagna spesso anche ad un aumento del peso corporeo e ad un maggiore stress causato della ripresa delle attività lavorative, fattori che certo non aiutano a tenere la pressione sotto controllo.

Se da un lato non abbiamo alcun potere sui cambiamenti climatici stagionali, dall’altro molto si può fare per ridurre la pressione, indipendentemente dall’uso di medicinali. I consigli da seguire sono semplici e possono essere applicati da tutti, con un pizzico di buona volontà:

  • seguire un’alimentazione bilanciata, povera di sodio e di grassi animali;
  • fare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno;
  • ridurre gli alcolici;
  • eliminare il consumo di tabacco. 

Amicomed: il programma per ridurre la pressione arteriosa

Per rendere ancora più facile l’applicazione di questi semplici consigli è possibile avvalersi di Amicomed, un programma digitale che guida l’utente a modificare progressivamente il proprio stile di vita in maniera graduale e tenendo conto delle sue preferenze e abitudini quotidiane.

Grazie ad un sofisticato sistema di algoritmi, Amicomed crea un programma di riduzione della pressione personalizzato che tiene conto della struttura fisica dell’utente, dell’età, del suo peso e dello stato generale di salute. A partire da queste informazioni e dalle preferenze dell’utente, Amicomed propone una dieta personalizzata, un programma di allenamento fisico e dei consigli giornalieri. Il programma, infine, ricorda all’utente di misurare la pressione e ne interpreta i valori in base agli obiettivi prefissati.

Scopri il Punto di Vista del medico
Guarda il video del Dr. Cianflone, Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare

In questo modo, mettere in pratica quei consigli per modificare le abitudini diventa quasi un gioco ed è possibile tenere sotto controllo l’ipertensione e affrontare l’autunno senza rischi per la salute.

Se avete dubbi sull’Ipertensione o se volete avere dei consigli personalizzati su come gestire la pressione alta, potete fare le vostre domande all’Esperto Risponde, i nostri medici vi risponderanno nel più breve tempo possibile.

04/04/2018
19/09/2016
TAG: Benessere psicofisico | Cuore | Ipertensione | Malattie dell'apparato cardiovascolare
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche