La palestra in casa

la palestra in casa
logo pm circle redRedazione Paginemediche

Se conducete una vita frenetica, se non avete voglia di infilarvi nel traffico oppure non ne avete tempo, se semplicemente non avete intenzione di frequentare una palestra alla moda per sfoggiare completini nuovi e scarpette all'ultimo grido, oggi l'opportunità di non rinunciare al vostro benessere c'è: attrezzare in casa un angolino adibito a palestra.

Fare sport in casa vi permetterà di gestire il tempo come meglio vi piace, nell'atmosfera che vi rilassa di più e magari abbinando un po' di musica o televisione di sottofondo. Inoltre, non costa molto e non ha bisogno di troppo spazio.

Ma quali sono gli attrezzi indispensabili per costruire a casa la propria palestra?

Innanzitutto una bicicletta da camera o cyclette. In commercio ce ne sono di vari tipi e di vari prezzi, tra cui quelle completamente computerizzate, con simulazione di percorsi veri (con salite e discese) e possibilità di avere sotto controllo la frequenza cardiaca, i chilometri percorsi, l'intensità della pedalata. È uno strumento estremamente utile per 'fare fiato', per rassodare cosce e glutei e migliorare il sistema cardio-circolatorio.

Se non siete già allenati, basteranno 10-15 minuti al giorno per l'allenamento quotidiano. Quando comprate una bicicletta da camera, oltre alle funzioni che essa può espletare, fate attenzione alla sella: deve essere regolabile in altezza e soprattutto comoda per non stancarvi durante la pedalata.

Altri due attrezzi simili tra loro ed utili per l'allenamento tra le mura domestiche sono lo step e lo stepper. Il primo è una sorta di scalino, regolabile in altezza, utile per moltissimi esercizi. È importante che la sua superficie sia coperta da gomma antisdrucciolo per evitare rovinose e pericolose cadute.

Il secondo è formato da due piccole piattaforme, grandi quanto i piedi, che si muovono alternativamente, simulando il movimento che le nostre gambe compiono quando salgono le scale. Ambedue gli attrezzi servono soprattutto per tonificare i muscoli degli arti inferiori.

Il vogatore è un altro attrezzo fondamentale; serve soprattutto, ma non solo, a chi fa canoa e migliora il sistema cardio-circolatorio e rafforza dorsali, pettorali, addominali e muscoli delle braccia.

È importante sceglierlo con le caratteristiche: sedile anatomico ed imbottito, che si sposti facilmente ad ogni remata, pedali con cinghie per assicurare bene la stabilità dei piedi durante l'allenamento, impugnatura ampia per le mani, facile regolazione della resistenza.

Alcuni modelli di vogatore sono dotati di computer (come per le biciclette da camera) che riportano le calorie bruciate, il numero di remate e la distanza percorsa.

Macchinario utile è il tapis roulant. Ce ne sono di due tipi, da camminata e da corsa. Il primo è appositamente studiato per camminare a diverse velocità e sono inclinabili manualmente per simulare le salite, ma per cambiare inclinazione bisogna scendere sospendendo la camminata.

I secondi, invece, sono dotati di cambio di inclinazione automatico che si può effettuare durante la corsa o la camminata veloce. La maggior parte di questi modelli sono richiudibili ed occupano poco spazio ed hanno un computer per segnalare la distanza percorsa, la velocità, le calorie bruciate e la Frequenza cardiaca.

A questi macchinari si aggiungono poi degli accessori indispensabili quali il tappetino in materiale sintetico ed antiscivolo, utile per effettuare esercizi aerobici o più semplicemente lo stretching prima e dopo l'allenamento, una panca stabile e robusta sulla quale poter effettuare esercizi per gli addominali, dorsali, pettorali, dei pesi e un bilanciere al quale appendere dei dischi in ghisa di vario peso.

Qualche consiglio

Innanzitutto riscaldatevi per bene prima di iniziare qualsiasi esercizio; fate circa 15 minuti di stretching cercando di stendere bene i muscoli. In questo non fatevi aiutare da un amico perché potrebbe stendere troppo i muscoli e causare stiramenti; piuttosto, cercate di fare da soli lentamente e progressivamente.

Non saltate mai questo esercizio, pena dolorosi strappi muscolari. Quando vi allenate, non cercate mai di andare oltre le vostre possibilità; non solo in questo modo non avrete i risultati sperati, ma potreste perfino andare incontro a distorsioni, strappi, stiramenti, che sono sempre in agguato.

Se siete sedentari, date preferenza innanzitutto ai muscoli dorsali ed addominali, in modo che sostengano la colonna vertebrale e vi evitino antipatici mal di schiena. Ricordate infine che, piuttosto che fare una 'scorpacciata' di esercizi in 2-3 ore al giorno ogni due settimane, è più salutare praticare una mezz'ora di sport quotidiana ma tutti i giorni.

Leggi anche:
Il kettlebell aiuta a rafforzare i muscoli e la resistenza cardiovascolare. Il consiglio, però, è di affidarsi a un esperto prima di utilizzarlo.
02/01/2017
05/12/2012