14-03-2006

Mia madre (53 anni) da qualche mese dice di

Mia madre (53 anni) da qualche mese dice di sentire in alcuni momenti della giornata il Cuore che batte più velocemente e un senso di oppressione che la porta a tossire. Questi episodi sono cominciati in seguito ad una Polmonite che le ha causato una pericardite. Questo senso di "tachicardia" (penso che si possa chiamare così) lo avverte soprattutto il pomeriggio e la sera, quasi mai di notte e di mattina. Spesso lo avverte dopo aver mangiato. Ha fatto elettrocardiogramma ed ecocuore ma il medico dice che il cuore sta bene. Anche le analisi del Sangue sono risultate ok (compreso la tiroide). Soltanto i valori del colesterolo erano fuori norma. Circa un mese fa ha avuto anche un problema di blocco di digestione. Può essere collegato? A cosa può essere dovuta questa tachicardia?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’elettrocardiogramma e ancor di più l’ecocardiogramma effettuati rassicurano sull’assenza di problemi cardiaci maggiori o di esiti della pericardite. La tachicardia riferita andrebbe innanzitutto verificata in quanto non sempre la sensazione soggettiva di battiti accelerati si associa ad una vera tachicardia (cioè frequenza cardiaca > 100/min). In caso di persistenza di sintomi può essere utile elettrocardiogramma Holter 24 ore per verificare effettivamente il ritmo cardiaco in concomitanza con i sintomi. In ogni caso gli elevati livelli di colesterolo non sono direttamente legati a questi disturbi.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!