30-01-2006

Mia madre di 65 anni soffre da circa 15 di fap. da

Mia madre di 65 anni soffre da circa 15 di FAP. Da circa 6 anni assume Warfarin e Sotalolo 80mg 1cp tre volte al di. Da circa tre mesi avvertendo sintomi di scompenso cardiaco si è rivolta al cardiologo il quale ha trovato all'ecocardio le seguenti disfunzioni: Severa Depressione della FEV (25%). Insufficienza Mitrale e Tricuspidale medio-severa. Dilatazione bi-atriale. Lieve dilatazione delle cavità ventricolari. Diagnosi: Cardiomiopatia Dilatativa secondaria con severa depressione sistolica VS. Insufficienza mitralica e sistolica medio-severa. Vorrei sapere se il trapianto sarebbe l'unica alternativa non farmacologica. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
La maggior parte dei centri esegue il trapianto di cuore a pazienti che hanno un’età inferiore ai 60 anni. In alcune circostanze, quando non ci sono altre malattie associate, vengono messi in lista anche pazienti più anziani. Il trapianto viene comunque eseguito quando non ci sono altre soluzioni e il paziente è in condizioni molto gravi. Non ho sufficienti elementi per valutare queste due condizioni nel caso di sua madre. Si rivolga al suo cardiologo che eventualmente la indirizzi al più vicino centro, nel quale vengono effettuati trapianti di cuore, per un parere in proposito.