Cibo e sessualità: gli alimenti che fanno bene all'amore

cibo e sessualita gli alimenti che fanno bene all amore
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

La relazione tra cibo e sessualità non è solo una credenza popolare. Che esistano degli alimenti 'afrodisiaci', cioè capaci di migliorare l’atto sessuale, è stato recentemente dimostrato anche da una serie di studi sulla sessualità al maschile presentati all’ultimo Congresso della Società Italiana di Urologia (Siu). E non parliamo solo di ostriche e peperoncino ma anche di cozze, vongole e alimenti 'insospettabili' come miele, uovae avena.

In generale, alla base di una buona sessualità c’è una dieta sana basata sui principi del regime alimentare mediterraneo ma è un dato scientifico che il peperoncino – ad esempio - potenzia il desiderio sessuale maschile perché migliora la circolazione sanguigna nei genitali e stimola la prostata e l'eiaculazione grazie alla capsaicina. Mentre avena e miele riattivano la produzione di testosterone e quindi aumentano la libido grazie a Nutrienti come il boro.

Le uova, invece, in quanto ricche di proteine, riequilibrano i livelli degli ormoni maschili aumentando il desiderio; mentre le ostriche e i frutti di mare abbondano di zinco, elemento essenziale per il liquido spermatico e una buona Eiaculazione. E poi il cioccolatoche, in entrambi i sessi, riduce lo stress e aiuta il rilascio di serotonina, il neuromodulatore della felicità.

Leggi anche:
Ricche di vitamine, utili per ridurre il colesterolo, ottime per proteggere la vista: ecco perché è importante includere le uova nella propria dieta.

Altrettanto interessante è l’esistenza di alimenti capaci di potenziare la fertilità perché migliorano la funzionalità della prostata e la qualità e motilità degli spermatozoi. Un esempio? Le spremute di arancia o pompelmo perché la vitamina C – di cui questi agrumi sono ricchi - migliora la qualità dello Sperma. Ma anche un'insalata di pomodori condita con basilico o con verdure a foglia verde come la rucola, altrettanto fondamentali per l'apporto di vitamina C.

Fegato e pollo, invece, contengono quello zinco essenziale per avere un buon liquido seminale mentre il pesce può migliorare del 20% la qualità degli spermatozoi e apportare acidi grassi Omega-3 che garantiscono interessanti effetti antinfiammatori e di protezione del microcircolo nell'area genitale. E infine le noci, ricche di selenio per rendere gli spermatozoi più mobili e attivi.

Al contrario un abuso di bevande zuccherate può compromettere l’erezione e un eccesso di carne rossa – a causa dell'elevato apporto di acidi grassi saturi – può ridurre il numero degli spermatozoi e peggiorarne la qualità.

Leggi anche:
Lo spermiogramma o analisi del liquido seminale è l'esame di base per la valutazione della fertilità maschile.
02/08/2017
15/10/2014
TAG: Fertilità | Nutrizione | Scienza dell'alimentazione | Sessualità | Organi Sessuali
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche