Dioscorea: proprietà ed effetti collaterali dell'igname selvatico

dioscorea proprieta ed effetti collaterali dell igname selvatico
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor

Le donne in menopausa hanno una alleata in natura: è la dioscorea (Dioscorea Villosa), una pianta che contiene fitoestrogeni: molecole che somigliano agli ormoni femminili e che aiutano ad alleviare i sintomi tipici della menopausa oltre ad aiutare la digestione controllando il peso corporeo e la ritenzione idrica.

La dioscorea, anche detta igname selvatico (wild yam), è una pianta erbacea perenne diffusa in America Centrale e Canada e possiede diverse proprietà benefiche grazie alla presenza di fitosteroidi, diosgenina e tannini. Esiste in oltre 500 varietà, di cui si utilizzano generalmente radici e rizomi per prepararne integratori e tintura madre a partire dall’estratto secco. Tra le sue proprietà, spiccano quelle antidolorifiche e lenitive, depurative, antiossidanti e dimagranti.

Dioscorea: le proprietà benefiche dell’igname selvatico

La diosgenina, contenuta nella dioscorea, è una sostanza simile al progesterone. Questa sorta di ormone naturale è utile per accompagnare alcune fasi delicate della vita femminile, come quella di chi ha superato l’età fertile, in alternativa alle consuete cure ormonali. La dioscorea, in questo senso, oltre ad avere effetti positivi sulla produzione ormonale, rallenta il naturale processo di invecchiamento e favorisce l’attivazione del metabolismo.

La pianta è considerata un buon supporto contro aumento di peso (soprattutto dovuto all’accumulo di grasso nella zona addominale) tipico della menopausa, osteoporosi, vampate di calore, gonfiore, palpitazioni, disturbi del sonno.

Ma la dioscorea è una buona alleata anche delle donne in età fertile: l’assunzione di estratti della pianta aiuta a combattere i sintomi della sindrome premestruale e la ritenzione idrica. La dioscorea sembra avere anche qualità antiossidanti, antidolorifiche e antinfiammatorie: oltre agli integratori da assumere in capsule, le radici della pianta possono essere adoperate a livello locale in forma di pomate da applicare sulla pelle, contro problemi cutanei (dermatiti, rossori, eczemi) e dolori reumatici. Applicate sull’addome, le creme a base di dioscorea alleviano un po’ i dolori mestruali.

Il sovrappeso dovuto a squilibri ormonali trova inoltre nella dioscorea una barriera naturale. Le capsule vengono talvolta consigliate proprio per controllare gli aumenti di peso, il colesterolo, i liquidi in eccesso. Effetti benefici si ottengono anche in caso di disturbi legati al colon irritabile.

Dioscorea: controindicazioni ed effetti collaterali

La dioscorea non presenta particolari effetti collaterali ma, trattandosi di una pianta che contiene fitoestrogeni, la sua assunzione non è indicata nei casi in cui si segua già una terapia ormonale tradizionale (contraccettivi inclusi). Le controindicazioni riguardano dunque principalmente l’interazione con altri farmaci.

È indispensabile rivolgersi al medico prima di assumere gli integratori. La dioscorea va inoltre evitata in caso di gravidanza e allattamento e naturalmente è sconsigliata a chi presenta allergie a una o più sostanze contenute nella pianta. Gli effetti collaterali più comuni, seppur rari, sono diarrea e disturbi gastrici.

Per approfondire guarda anche: “Menopausa”

Leggi anche:
Il sesso in menopausa per tante donne rappresenta ancora un tabù. Ecco i consigli per avere una vita sessuale soddisfacente a qualsiasi età.
05/06/2018
05/06/2018
TAG: Adulti | Allattamento | Allergie | Anziani | Apparato Digerente | Apparato riproduttivo | Arti inferiori | Arti superiori | BMI - Sovrappeso | Disturbi del sonno | Disturbi gastrointestinali | Effetti Collaterali | Ghiandole e ormoni | Giovani | Gravidanza | Infiammazioni | Invecchiamento | Medicina alternativa (agopuntura, omeopatia...) | Menopausa | Ossa | Pelle | Salute femminile | SLEEP - Disturbi del sonno | Terapie
Mara Pitari
Scritto da:
Mara Pitari
Giornalista & web content editor