Sintomi Covid nei bambini, come si riconoscono

Sintomi Covid nei bambini, come si riconoscono

Il sintomo di esordio del Covid nei bambini è generalmente la febbre accompagnata da tosse e stanchezza.
In questo articolo:

Sono sempre più in aumento i bambini che contraggono il Covid-19, colpa sicuramente della diffusione della variante Omicron, ma come riconoscere i sintomi?

Sintomi Covid nei bambini

Bambini e adolescenti colpiti da Covid-19 presentano generalmente una sintomatologia silente o poco espressa, con rare complicanze.

I sintomi più comuni dell’infezione sono:

  • Febbre
  • Tosse con dolore al petto
  • Dolori muscolari e stanchezza
  • Congestione nasale
  • Perdita del gusto o dell'olfatto
  • Mal di gola
  • Alterazioni della pelle, come aree scolorite sui piedi e sulle mani
  • Nausea, vomito, mal di pancia o diarrea
  • Brividi e mal di testa.

Questi sintomi compaiono in media circa 6 giorni dopo l'esposizione al Sars-CoV-2, anche se nella maggior parte dei casi l’infezione nei bambini è di tipo asintomatica.

Nei casi più severi, alcuni bambini manifestano sintomi della sindrome infiammatoria multisistemica nei bambini (MIS-C), un'infiammazione che colpisce più organi del corpo, a volte diverse settimane dopo essere stati infettati dal coronavirus.

Cosa fare in caso di sintomi nei bambini

Va detto che la sintomatologia del Covid nei bambini non è clinicamente indistinguibile da quella di altre infezioni respiratorie o virali, e in particolare dall’influenza.

Quindi, in caso di sintomi nei bambini è importante:

In caso di positività sarà il pediatra di fiducia, in una seconda fase, a indicare quale sia il trattamento più indicato. Al riguardo, la Società italiana di Infettivologia Pediatrica ha diffuso le principali raccomandazioni per la corretta gestione domiciliare di un bambino malato di Covid.

Bambino con sintomi sospetti: cosa fare?

In presenza di sintomi sospetti, fosse solo un singolo sintomo, è necessario che i genitori avvertano il pediatra, che si occuperà di fare un triage telefonico, confermando/escludendo eventuali contatti con soggetti positivi, e in base alla valutazione clinica richiederà l'esecuzione del tampone molecolare.

Qualora si avessero dubbi sul giusto comportamento da seguire è possibile chiedere un teleconsulto via chat con un pediatra QUI.

 
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Bari (BA)
Specialista in Malattie infettive e Pediatria
Prov. di Genova
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Trapani
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Palermo
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Potenza
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Bari
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Bari
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Genova
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Alessandria
Specialista in Pediatria e Malattie infettive
Prov. di Ravenna